20 Settembre 2011 – Arrivo a Leuven

Io e i miei amati cavolini

Riesumiamo un po’ il blog per fare qualche aggiornamento ora che sono lontano da casa! ^^

Sono partito da Milano sabato 17 Settembre, dopo aver finalmente finito i miei esami all’università, con l’obiettivo di fare la tesi sperimentare qui a Leuven, Belgio.

Mi sono stabilito in un dormitorio per studenti internazionali, precisamente il J.L.Vives (che ho scoperto da pronunciarsi così come è scritto). Ho una camera doppia in condivisione con un ragazzo greco, che arriverà domani qui in città.

Esperienza nuova ma spero sia costruttiva.

La città è molto carina, piccola e universitaria. Molto “concentrata” in un grande cerchio dove c’è praticamente tutto. Sembra davvero un bel posticino per stare qualche mese. Sto iniziando a conoscere un po’ di ragazzi e ragazze qui dello studentato, sembrano tutte persone molto tranquille e simpatiche (alcuni più di altri, ovviamente 😀 )

Per ora ho già fatto una gita veloce a Bruxelles, sicuramente ci ritornerò (specie quando la comare mi raggiungerà xD). Per ora giro un po’ la città per conoscerla un po’ meglio. Devo ancora provare gli autobus!! Prossimamente farò un giro al campus di Heverlee che è una frazione periferica dove ci sono un po’ di facoltà scientifiche tra cui anche il dipartimento di elettronica dove studierò anche io =)

Cercherò di ricordare di fare delle foto, così condividerò anche quelle!

Per ora beh, diciamo che c’è ancora aria di “vacanza”, di viaggio momentaneo. Presto (spero) inizierà un po’ di sana routine =)

Alla prossima ^.^

Annunci
Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

31 maggio [Ascolto Kelly Clarkson – So He Says]

Uh mamma mia quant’è strano rimettersi a scrivere =D

Stranamente oggi scrivo con una tranquillità che poche volte ho espresso in questo blog pieno di scenate, sfoghi, tentativi di recensione e chi ne ha più ne metta. Eh si, lo ammetto, prima di scrivere ho letto un po’ di sfuggita "le puntate precedenti". E’ anche per questo che mi piace avere un blog, ogni tanto ti riguardi indietro, e solo poche volte non ti vergogni xD ma fa parte del gioco =P E il gioco ci piace.

Come sto? Beh, bloggino, ti dirò, dopo la tempesta viene la quiete, così dicono vero? (più o meno…) In effetti è così, ho passato un periodo burrascoso, intenso sia in senso buono che in senso cattivo, e ora c’è un po’ di calma. Il mio libretto universitario urla "PURE TROPPA CALMA, SFATICATO CHE NON SEI ALTRO", i miei genitori urlano "…." ehhhh magari se si interessassero così tanto xD Quei due non cambieranno mai…

Questi giorni stanno passando coi tempi giusti, e di questo devi ringraziare i miei amici, quelli di sempre e quelli di oggi che mi stanno dando un aiuto incredibile =) E nemmeno lo sanno, è questo il bello ^^ Per passare delle belle serate a volte basta davvero poco: 4 amici, un drink, un posto dove stare, persino una pasta al sugo può unire degli universitari =D

Questo post è dedicato a quelli che mi stanno accanto, vicini o lontani che siano.

Grazie =)

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

02 ottobre

un’altra volta.

sta volta la ferita è enorme, onestamente non so cosa fare, non so a chi chiedere aiuto e che aiuto chiedere.

vorrei solo che tutto si fermasse.

ora.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

01 febbraio [Ascolto Kelly Clarkson – Up To The Mountain]

Avevo torto
 
 

 

Perdonami 😦

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

29 dicembre [Ascolto Girls Aloud – Call The Shots]

Ciao Bloggino….
che giornata =(
sto decisamente poco bene… quest’anno is easly going to be the worst one even at its end… e mo perché l’ho scritto in inglese? -______- C’è chi direbbe che certe cose non rendono in Italiano ( =P se stai leggendo, ridi per piacere!)
Per concludere in bellezza i miei momenti da sfigato giovane 22enne del 2008, sono stato protagonista di una delle più economiche e scontate trame da telefilm di basso costo, una di quelle storie che quando guardi alla televisione pensi "si vabbè, sempre la stessa storia scontata, tanto si sa come va a finire, ancora ce la propongono? Ma ci hanno presi per scemi???"
E invece no (dice la cara Pausini), non so se è una tappa obbligatoria per ogni ragazzo alleggro (ma perché ci chiamano così -____- ) ma è toccata pure a me. Com’è possibile che una persona diventi adulta senza avere pieno possesso della propria persona? Si può vivere nella paura? Si può essere felici 5 ore al giorno? Si può passare la propria vita con persone a cui non si dimostra la minima fiducia, il minimo bisogno di condividere il semplice fatto di aver trovato qualcosa di bello? E’ giusto coinvolgere una persona nelle proprie paure? E’ giusto mentire come un vigliacco puntando su speranze campate in aria, pur di ottenere una finzione che ci rende tutt’altro che felici ma semplicemente privi di pensieri?
La risposta che mi sono dato è questa:  purtroppo di persone così ce ne sono tante, se è vero che tutto ciò è possibile, nonstante "sia diverso" (è bellissimo che ogni volta che si discute la risposta paraculo è sempre quella, "è diverso"… tu sei diverso, ABITUATI), beh se è possibile allora state tra di voi, nascosti nel vostro mondo dei sogni e lasciate che chi davvero si ama e ama un altro sia libero di conoscere a pieno le gioie che questo mondo, che per fortuna è molto meglio del mondo che voi accusate perchè non avete il coraggio di accusare voi stessi, ha da offrire a tutti quelli che sanno riceverle, che sono pronti ad accoglierle….

…e se è vero che le persone cambiano… beh… mi piacerebbe vederti cambiare e tornare sui tuoi passi…. ='(

E intanto la vita delle persone viene segnata… e nessuno se ne cura… questa è la vera ingustizia… e allora alle 23:59 dell 2008 mandiamo a farsi benedire l’anno intero e tutte la sporcizia che ha portato….

Qualche citazione:

"You’ve got your mother and your brother
Every other undercover
Tellin’ you what to say (say)
You think I’m stupid
But the truth is
That it’s cupid, baby
Lovin’ you has made me this way
So before you point your finger
Get your hands off of my trigger"

"I’m looking for attention
Not another question
Should you stay or should you go?
Well, if you don’t have the answer
Why are you still standin’ here?"

"So, before you start defendin’
Baby, stop all your pretendin’
I know you know I know
So what’s the point in being slow
Let’s get the show on the road today"


"Do you care for me?
‘Cause if you don’t then just leave"

PS: al primo commento cretino e altrettanto banale, del tipo "oooohhhh vedrai che andrà meglio" o cazzate del tipo "anno nuovo vita nuova" o puttanate consolatorie degne della prima elementare e cancello il post -______-

 

Pubblicato in Senza categoria | 5 commenti

23 dicembre [Leggo una notizia scandalosa]

Oggi riporto una notizia:

Al Festival di Sanremo 2009 il noto "cantante" Povia presenterà una canzone dal titolo Luca Era Gay.
A quanto pare il testo di questa canzone, che ricordiamo essere stata scelta da una giuria di qualità tra molte alte presentate alle selezioni, parlerà della storia di Luca un ragazzo guarito dalla malattia dell’omosessualità, tema molto a cuore dal caro Povia che ha dichiarato lui stesso di essere stato protagonista di una storia simile.

Ora, qualche tempo fa il Vaticano ha votato contro alla proposta dell’ONU di abolire il reato di omosessualità che in molti paesi fa molte vittime in quanto punita con tortura e pena capitale (impiccagione etc…).
Si attendono conferme riguardo il testo effettivo della canzone ma di certo le cose sono due: è stato strumentalizzato un tema che al giorno d’oggi è parecchio delicato (la questione ONU, la proposta 8 americana sulle unioni civili etc…) dopo il pessimo tentativo della signorina Tatangelo che già l’anno scorso si era vista accettare il testo della sua stupenda (si colga l’ironia, grazie) canzone.

Se una canzone che decanta la storia di una guarigione dall’omosessualità descrivendo quest’ultima come una vera e propria malattia raggiunge una delle vetrine massime del panorama discografico italiano e che vanta il nome di Festival della Canzone Italiana, beh c’è qualcosa che non va, perché se Musica Italiana vuol dire prima di tutto Musica Degli Italiani, vogliamo ricordare, non solo al caro Povia, che si preoccupa delle pecorelle smarrite, ma soprattutto alla  giuria di qualità, il cui mestiere è quello di selezionare una stretta scelta di canzoni al fine di fornire uno spettacolo non solo musicale ma prima di tutto culturale degno del festival che rappresentano, che ci sono italiani malati che non hanno alcuna intenzione di ascoltare testi di questo tipo.

Se tutti coloro che leggessero questa pagina volessero commentare in qualsiasi modo questa notizia sarebbe un modo semplice per capire forse dove diavolo stiamo arrivando col passare del tempo.

Grazie per la lettura,

il vostro caro Blogger malato

Pubblicato in Senza categoria | 5 commenti

25 settembre [Ascolto Emanuele Dabbono – Ora Lo So]

 Ciao Bloggino…

…l’ultima volta che ti ho scritto ero ancora a Soverato… ed ero in attesa… beh quella famosa attesa si è conclusa… il 2 settembre ufficialmente…. nel peggiore dei modi… era nell’aria da più di quanto doveva essere… ma nessuno dei due ci aveva fatto caso… e ora non mi rimane altro che quella sensazione di essere stato solo preso in giro, per via delle cose che non hanno avuto spiegazione… passare dall’amore all’indifferenza in così poco tempo… credo che sentirsi dire “non mi manchi nemmeno” quando ancora hai fresco il ricordo di voi due insieme e della persona che ami che dice di ricambiare il sentimento… beh è stata una delle cose più umilianti della mia vita (FINORA!!!) Dire che il mio ottimismo è morto dopo tutta questa storia sarebbe un eufemismo… È ancora più umiliante vedere che tutto questo fa fatica ad andare via… ormai sono passati 20 giorni eppure ogni cosa mi riporta indietro… per non parlare di quel peluche che ho qui e del quale ancora non ho capito il senso… tutti i ricordi non hanno più senso… è stata tutta una gigante menzogna…

… la confusione… ci si nasconde dietro questo velo per evitare di guardarsi un attimo dentro? Non voglio passarci di nuovo… questa è stata sicuramente la cosa che più mi cambierà… e non è giusto… perché a me piace com’ero… mi piaceva quella visione ottimista di certi sentimenti, e vedere che c’è gente che li svende, sentimenti che vedi morire così… ma non prendiamoci in giro… certi sentimenti non muoiono quando ci sono… è quando c’è qualcosa di marcio sotto che credi di vederli nascere e morire con una velocità disarmante… e chi invece quei sentimenti li aveva provati rimane senza nulla… ecco come mi sono sentito… esattamente svuotato…

…oddio più scrivo e più mi vengono in mente quelle parole buttate al vento e la rabbia sale e sale… perché non crederò più a quelle parole…

… mi ci vorrà del tempo… devo rimanere solo per un po’ ma questo non è affatto un problema…

… non lo so… un mio amico dice “ci capita quello che ci meritiamo o comunque quello che si serve per seguire il nostro cammino”… non so dove mi porterà questo cammino ma ora non ho la forza nemmeno di fare un passo…

Pubblicato in Senza categoria | 7 commenti